Home Page del Comune Clicca per approfondimenti


Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

Risorse

 

IN EVIDENZA

 

 
Conosci la storia
Sorta probabilmente sul luogo stesso dove anticamente si trovava la cittá di Marruvium (divenuta poi, nel medioevo, la "Cittá Marsi" o "città marsicana", S. Benedetto era divenuta sede vescovile e già al tempo di Carlo II d'Angió la cattedrale di S. Sabina possedeva tutti i terreni compresi tra Pescina e il Fucino, oltre il diritto all'uso esclusivo dell'acqua, che alimentava il cosiddetto "Molino di Civita".   Per ragioni non del tutto chiare (forse, alluvioni del lago), Pescina tolse il primato a S. Benedetto; e la cattedrale di S. Sabina, ormai diruta, nel 1580 venne ufficialmente sostituita da quella di S. Maria delle Grazie in Pescina. Dopo un lungo periodo ...  Vedi sezione STORIA

Stampa la notizia: Conosci la storia

S. Sabina
È la prima cattedrale della diocesi dei Marsi di cui abbiamo la prima attestazione in un diploma di Ottone I del 964 col nome di " Beate Savine Cristi martiris, que sita esse videtur infra ipsam Civitatem Marsicanam ". Essa sorse probabilmente nel corso del v-vi secolo fra i ruderi della Civitas Marsicana in corrispondenza dei margini nord-est del diruto foro del municipio marso e con il vicino palazzo episcopale della località detta Milvia. I conflitti fra i Conti dei Marsi per il possesso della diocesi resero spesso vacante la sede episcopale e solo con la bolla papale di Stefano IX del 1057, Santa Sabina  ...  Vedi sezione STORIA

Stampa la notizia: S. Sabina

La Domus
Nell'odierno San Benedetto dei Marsi, antico municipium di Marruvium (2) in occasione di lavori da parte della SIP di ampliamento della rete telefonica mediante l'adozione di sistemi in fibra ottica, nel 1993 vennero alla luce strutture e piani pavimentali decorati a mosaico, di epoca romana, di notevole fattura e in ottimo stato di conservazione. A seguito di questo ritrovamento furono finanziate, da parte della Soprintendenza Archeologica dell'Abruzzo, due campagne di scavo, nel 1993 e nel 1994 (3) che hanno consentito di identificare i ritrovamenti come relativi ad una domus gentilizia. I due momenti di indagine interessarono il settore ...  Vedi sezione STORIA

Stampa la notizia: La Domus

La Strada Romana
Il tratto stradale. È visitabile sotto l'attuale piazza e accessibile con apposita scalinata in metallo: si tratta di oltre 30 metri di pavimentazione stradale composta di grossi basoli di calcare locale con crepidini laterali dove, probabilmente, si aprivano delle tabernce; sotto l'accesso, resti di condotti fognanti della  città. Notevole, sul taglio all'esterno, sullo sbocco visivo verso l'edificio di culto moderno, il livello altomedioevale di colore nerastro con sovrastanti tracce di coltivazioni; probabilmente deve trattarsi di materiale estratto delle fogne ... Vedi sezione STORIA

Stampa la notizia: La Strada Romana

 

RISORSE E UTILITA'

territorioeturismocmpro
 

NEWS DALLA MARSICA

 

In evidenza

 

Reti Civiche nella Marsica

 

Sponsor

Home page News dalla Marsica

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright